Disagio Alato

Da raspibo.


Il disagio piomba dal cielo quando meno te lo aspetti!

gran parte del lavoro di assemblaggio è stato fatto

Davide sta costruendo il suo primo quadcopter. Consapevole che creerà molto disagio.

L'obiettivo è un multirotor tranquillo, con cui imparare le basi ed eventualmente da usare per fotografia aerea.

Materiali

la flight control board KK2. In alto: buzzer per avvisi sonori (connettore rosso), monitoraggio della batteria (connettore nero, cavi rosso e marrone). A sinistra: i tre cavi che vanno alla ricevente (positivo, negativo, segnale PPM). A sinistra: i quattro segnali verso gli ESC; il primo comprende anche l'alimentazione della scheda stessa, proveniente dal BEC di uno degli ESC
  • frame da 480mm con distribution board integrata
  • flight control board KK2.1.5
  • quattro motori Turnigy Multistar 2213, 980Kv; supportano 2o 3 celle, corrente massima 15A
  • Afro ESC 30A
  • eliche 10x4.5 (CW/CCW)
  • radiocomando Turnigy TGY-I6S
  • batterie varie; ho iniziato con delle 2200mAh 3S 40C, ma sarebbe meglio qualcosa con più Ampere.
  • caricabatterie SkyRC B6AC V2
  • cavi, connettori, eliche di riserva, bulloni e viti di plastica, colla frenafiletti

Per un totale di circa 300 euro; facendo scelte più oculate si può facilmente scendere di qualche decina di euro, mantenendo queste dimensioni.

Note costruttive

dettagli del fissaggio della flight control board, in scatola isolante con bulloncini di plastica per evitare vibrazioni e nastro biadesivo e filo per legare la scatola al frame

Nonostante la distribution board integrata, ho fatto attenzione a comprare ESC e motori dotati dello stesso connettore (bullet 3.5mm), cosa che mi ha consentito di evitare di saldare in maniera permanente i connettori: ho semplicemente comprato un cavo breakout da XT60 (connettore alla batteria) verso 6 coppie bullet 3.5mm, quattro per gli ESC ed un paio extra.

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti